L’uccellino bianco

  • Collana:  Gemme
  • Dimensione: 14x21
  • Pagine: 252, Brossura
  • Anno di pubblicazione: 2018
  • Isbn: 978-88-6393-514-1
  • PREZZO: 11,90

L'uccellino bianco

Il Capitano W., reduce di guerra, quarantenne e scapolo, vive con inglese regolarità le sue giornate, assieme a un cane san bernardo, Porthos, unico suo motivo di affetto. I suoi passatempi preferiti sono la scrittura e frequentare il suo club. Da lì osserva curioso ogni giorno Mary A., una giovane ragazza di classe meno abbiente, che fa la bambinaia, e il suo innamorato, postino e pittore. Quando scopre che i due hanno litigato mortalmente, riesce, a loro insaputa e con uno scaltro inganno, a farli riconciliare. Diventato amico della coppia, comincia presto a occuparsi anche del loro figlioletto David, portandolo spesso ai Giardini di Kensington, dove i due ambientano le loro storie. E sarà proprio in queste storie che comparirà per la prima volta Peter Pan

James Matthew Barrie

Sir James Matthew Barrie (9 maggio 1860 – 19 giugno 1937) è stato uno scrittore e drammaturgo scozzese, ricordato oggi soprattutto come il creatore di Peter Pan. Nato e cresciuto in Scozia, si è poi trasferito a Londra, dove ha scritto numerosi romanzi e opere teatrali di successo. Lì incontrò la famiglia Llewelyn Davies, i cui ragazzi lo ispirarono a scrivere di un bambino che vive avventure magiche nei Giardini di Kensington (storia poi pubblicata con il titolo L’uccellino bianco), e quindi a creare Peter Pan, o Il ragazzo che non voleva crescere, uno spettacolo teatrale fiabesco su un ragazzo senza età, una ragazza normale di nome Wendy e le loro avventure sull’Isola che non c’è. Dopo il successo dello spettacolo, Barrie pubblicò i capitoli dell’Uccellino Bianco con protagonista Peter Pan con il titolo Peter Pan nei Giardini di Kensington.