L’ultima domenica

  • Collana:  Sàtura
  • Dimensione: 14x21
  • Pagine: 128, Brossura
  • Anno di pubblicazione: 2019
  • Isbn: 978-88-6393-567-7
  • PREZZO: 11,90

L'ultima domenica

1937. Nel paese di Veglino, il podestà Albino ha messo gli occhi sulla bella Angelina, che però ama il giovane Domenico, e abusa del proprio potere per impedire la relazione tra i due. Quando Albino scopre i due giovani insieme, nasce una colluttazione: accidentalmente, Albino perde la vita e Domenico, inseguito dalle camicie nere, fugge dal paese. Un suo zio, che spesso aiuta gli oppositori del regime, indirizza Domenico in un paesino sui monti, dove rimarrà nascosto per anni sotto falso nome. 1943. Durante la guerra, Domenico incontra per caso Matteo, un compaesano che ai tempi della sua fuga era bambino e ora, cresciuto, è entrato in un gruppo partigiano. Da lui scopre che nel paese c’è stata un’epidemia e che Angelina, rimasta sola al mondo, è ancora viva. Domenico, allora, decide di rischiare la vita per ritrovarla e portarla via con sé; ma Carmelina, che l’aveva aiutato a nascondersi e si era invaghita di lui, accecata dalla gelosia, lo denuncia alle autorità.

Diego Figini

Diego Figini è nato a Novi Ligure, in provincia di Alessandria, il 28 ottobre 1970. Svolge la professione di operaio e vive a Vignole Borbera, nella stessa provincia. L’ultima domenica è il suo esordio letterario per Leone Editore.